Hi i am Joanne Marie Glasscock

INSEGNANTE MADRELINGUA - “MOTHER TONGUE”

about

A small introduction about me

Joanne Marie Glasscock

INSEGNANTE MADRELINGUA
“MOTHER TONGUE”

Sono inglese e vivo in Italia da 15 anni. In Inghilterra ho studiato “Child Care” e “Business Studies” per poter lavorare con i bambini sia privatamente, sia all’interno dell’asilo nido. In Inghilterra come esperienza di lavoro sono stata assistente all’asilo nido, Nanny (babysitter) e agente immobiliare. Sono arrivata in Italia come babysitter per una nota famiglia di Verona, dove sono stata per due anni. Ho lavorato dal 2000 come assistente di volo responsabile e istruttrice di bordo per una compagnia aerea italiana, che purtroppo é fallita. Questo mi ha permesso di imbarcarmi in questo nuovo viaggio!!

PERCHE' BABY ENGLISH

E' rivolto ai bambini da 0 a 6 anni, specialmente nella fascia di età della scuola materna.

PERCHE' QUESTA FASCIA D'ETA'?

Perché i bambini che iniziano ad imparare una seconda lingua già dalla nascita, hanno la capacità di apprendere subito, senza accorgersi, avendo la mente ancora molto giovane, aperta e flessibile, con grande capacità di apprendimento. Dai 3 anni in su hanno ancora questa capacità che dura fino alla pubertà; da quel momento diventa molto più difficile, infatti non si apprende più la lingua in modo diretto ed automatico, ma si passa da una fase di traduzione dalla propria lingua madre.

Anche i genitori italiani stanno iniziando a capire l’importanza di insegnare la lingua inglese ai loro bambini il prima possibile (anche nei primi mesi di vita), come accade nelle maggior parte dei paesi occidentali. Si inizia a capire che non è mai troppo presto per imparare l’inglese, anzi è meglio iniziare il prima possibile, visto che tra i sei mesi e gli otto anni il cervello dei bambini è in sviluppo con grande velocità e versatilità, con un ampio raggio di capacità e di abilità. Nei primi mesi e anni di vita dal punto di vista motorio si sviluppano i cinque sensi; sotto il profilo emotivo abbiamo la formazione di ricordi ed emozioni a breve e lungo termine; inoltre abbiamo uno sviluppo sociale e cognitivo. Per questo motivo è molto importante insegnare una seconda lingua, come l’inglese, vista la grande necessità di saperlo parlare e capire al giorno d’oggi. Sfruttando le capacità del cervello e l’influsso degli stimoli sensoriali, abbiamo la possibilità, già da piccoli, non solo di imparare più facilmente l’inglese, ma anche di comprendere la lingua e i modi di una pronuncia corretta.

Ovviamente c’è sempre chi ha qualche preoccupazione: noi mamme abbiamo sempre voglia di insegnare tante belle cose ai nostri figli, ma sempre con la paura di sbagliare. Mio figlio, che adesso ha 3 anni, è nato bilingue. lo come mamma inglese ho sempre parlato la mia lingua con lui poiché owiamente mi veniva naturale. Tante persone mi dicevano: “Ma non si confonde?”, Parlerà tardi”, “Sarà stressato” ecc. ecc. Insieme al padre, che è italiano (nato bilingue anche lui), abbiamo fatto come ci sembrava giusto per la nostra famiglia (io ho tutta la famiglia in Inghilterra) ed ho sempre parlato in inglese e il padre ha sempre parlato in italiano.

James (il nostro meraviglioso bambino) ha iniziato già ad 1 anno di età a dire “Thank you”, “Please”, “Hello”, “Love you” in un modo comprensibile e anche “Ciao” “Uno” ecc. Ovviamente ci diceva già anche “Mamma” e “Papà” oppure “Mamma WilIy”! (suo padre si chiama WiIly). AI contrario di quello che ci si aspettava, ha iniziato a parlare molto presto e molto bene le due lingue in contemporanea. Inoltre io ho usato il “Baby Sign Language” con lui ed è sempre stato un bambino molto sereno ed ha sempre appreso bene. Il suo accento italiano è decisamente veneto e quello inglese decisamente “The Queens English” (provengo da vicino Cambridge perciò ho un accento molto pulito e British).

lo vorrei che tutti i bambini avessero l’opportunità che ha avuto mio figlio. Vorrei che si iniziasse a parlare giocando e facendo attività in inglese, per imparare presto la lingua, il mio obiettivo è di introdurre la lingua inglese già al primo anno dell’asilo nido, con la modalità del gioco e del divertimento, i bambini hanno veramente un’ottima capacità ed è un peccato non accogliere anche la richiesta di tanti genitori per dare questa possibilità a queste creature meravigliose.

PHOTOSHOP

Xillum dolore eu fugiat nulla pariatur

PHP / MYSQL

Lorem ipsum dolor sit amet

HTML5 / CSS3

Donec accumsan ligula vitae mag

show skills

WORK OF BABY ENGLISH

CORSI

DA 0
A 2 ANNI

Perché i bambini che iniziano ad imparare una seconda lingua già dalla nascita, hanno la capacità di apprendere subito, senza accorgersi, avendo la mente ancora molto giovane, aperta e flessibile, con grande capacità di apprendimento. Dai 3 anni in su hanno ancora questa capacità che dura fino alla pubertà; da quel momento diventa molto più difficile, infatti non si apprende più la lingua in modo diretto ed automatico, ma si passa da una fase di traduzione dalla propria lingua madre.

DA 3
a 6 anni

 

Cominciano a prendere confidenza con la lingua, facendo pratica con storie e canzoni, costruendo poco a poco un loro vocabolario di base.

OLTRE
I 6 ANNI

Iniziano ad imparare l'inglese nella scuola primaria, se non hanno già avuto un primo contatto.   Rinforziamo e mettiamo in pratica quello che iniziano ad imparare. 
Ci concentriamo sull'importanza di una corretta pronuncia e usiamo la tecnica "Practice makes perfect" (La pratica ci perfeziona)  Se i bambini hanno già frequentato i corsi "Baby English" sono già preparati e avranno molta più facilità nell'apprendimento a scuola.

BIG KIDS

 

C'è la possibilità di fare lezioni private a casa focalizzandoci su una particolare necessità o come auito compiti.


MUMMY
& BABY

 

Un momento divertente e intimo per "Mummy & baby"

What i do

Services

Get in touch

Contacts

Contact Info

  • +39 349 4556770
  • joanne.glasscock@gmail.com
  • Caprino Veronese

Scrivi per avere maggiori informazioni - ti risponderò il prima possibile
grazie mille
Joanne